Appalti lavori pubblici

Avviso Pubblico di Projest Financing
L’Amministrazione Comunale di Barano, tel. 081906730 fax. 081905709 indirizzo e.mail. utc.barano@libero.it ai sensi dell’art. 153 del Decreto Legislativo n. 163 del 12 aprile 2006 e successive modifiche ed integrazioni, ha inserito nel bilancio di competenza per l’anno 2007 il Sistema da realizzare come opera di pubblica utilità da attuarsi con il concorso finanziario, parziale o totale, di operatori privati in possesso dei requisiti previsti dal Decreto Legislativo n. 163 del 12 aprile e dal relativo regolamento.
Il corrispettivo per la realizzazione di tale sistema è connesso con la gestione economica dello stesso alle condizioni previste dalle norme vigenti in materia.
Si informa che L’Amministrazione Comunale rientra tra i Comuni che avevano titolo per ottenere il finanziamento ai sensi della L.784/80 e successivi aggiornamenti per la Realizzazione del Sistema ove, ai sensi della normativa suddetta, venisse finanziato il contributo, questo verrà messo a disposizione per realizzare il Sistema.
Si informa che il Sistema di trasporto e distribuzione del gas metano, qui richiesto, dovrà essere realizzato come estendimento del già definito Sistema di trasporto del gas sull’Isola previsto per il Comune di Ischia.
L’importo presunto dell’investimento per l’intero Sistema è di 7,0 milioni di euro.

CIÒ PREMESSO SI INVITANO
I soggetti indicati dall’art. 153, comma 2, del Decreto Legislativo n. 163 del 12 aprile 2006 dotati di idonei requisiti tecnici, organizzativi, finanziari e gestionali, eventualmente associati o consorziati con altri finanziatori e con gestori di servizi similari, a voler presentare, presso lo scrivente Ufficio Tecnico, proposte per la realizzazione del Sistema in oggetto a mezzo di Concessionario.
Le proposte dovranno essere corredate di tutti gli elaborati richiesti dal comma 1 dell’art. 153 del D.Lgs 163 /2006
I proponenti dovranno, pertanto, produrre i seguenti elaborati minimi:
studio di inquadramento territoriale e ambientale;
studio di fattibilità;
progetto preliminare;
bozza di convenzione
piano economico finanziario asseverato da un istituto di credito o da società di servizi costituite dall’istituto di credito stesso ed iscritte nell’elenco generale degli intermediari finanziari, ai sensi dell’art. 106 delle leggi in materia bancaria e creditizia, di cui al D.Leg.vo 1/09/1993 n.385 o da una società di revisione ai sensi dell’art. 1 della legge 23/11/1939 n. 1966;
specificazione delle caratteristiche del servizio e della gestione nonché l’indicazione degli elementi di cui all’art. 83 comma 1 del D.Lgs. 163/2006;
garanzie offerte dal promotore all’amministrazione aggiudicatrice;
l’importo dettagliato delle spese sostenute per la predisposizione della proposta comprensivo anche dei diritti sulle opere di ingegno di cui all’art. 2578 del codice civile.Tale importo, soggetto all’accettazione da parte della Amministrazione, mon può superare il 2,5 % del valore dell’investimento, come desumibile dal piano economico finanziario;
dichiarazione, resa sotto forma di “dichiarazione sostitutiva di notorietà”, del possesso dei requisiti del promotore, ai sensi dell’art. 153 del D.Lgs 163/2006 e dell’art. 99 del D.P.R. 554/1999;
dichiarazione, resa sotto forma di “dichiarazione sostitutiva di notorietà”, dell’impegno a
qualificarsi, ai sensi dell’art. 98 del D.P.R. 554/1999, prima dell’avvio della procedura di cui
all’art. 155, lettera a) del D. Lgs. 163/2006.
Il plico contenente le proposte, sigillato e controfirmato sui lembi di chiusura, con indirizzo del mittente il recapito telefonico e l’indirizzo e-mail, dovrà recare all’esterno la dicitura “Selezione del promotore per la Realizzazione e Gestione del Sistema di Trasporto e Distribuzione del Gas Metano nel Comune di Barano”; potrà essere recapitato a mano, ovvero mediante posta raccomandata, o tramite corriere debitamente autorizzato, al Protocollo del Comune di Barano, sito in via Corrado Buono perentoriamente e a pena di esclusione entro le ore 12,00 del 30 giugno 2007.termine legale di scadenza.
Resta inteso che il recapito del plico rimane a esclusivo rischio del mittente, che non potrà sollevare alcuna eccezione ove, per qualsiasi motivo, esso non pervenga in tempo utile, e che ai fini dei termini sopra indicati, farà fede esclusivamente il timbro di ricezione apposto dall’Ufficio del Protocollo comunale.

Le proposte dovranno tenere conto dei seguenti criteri di valutazione:
Profilo costruttivo, urbanistico ed ambientale; da 0 a 5 punti
Qualità progettuale; da 0 a15 punti
Funzionalita dell’opera; da 0 a10 punti
Fruibilita’dell’opera; da 0 a 10 punti
Accesso al pubblico; da 0 a 10 punti
Rendimento; da 0 a 5 punti
Costo di gestione e manutenzione; da 0 a 10 punti
Durata della concessione; da 0 a 5 punti
Tempo di ultimazione dei lavori; da 0 a 10
Tariffe da applicare al servizio e metodologia di aggiornamento delle stesse; da 0 a 10 punti
Valore economico e finanziario del piano e contenuto della bozza di convenzione; da 0 a 10 punti

Con riguardo al criterio di assegnazione dei punteggi delle singole offerte, la commissione applicherà i criteri e le formule di cui agli allegati del DPR 554/99 (metodo del “confronto a coppie” per gli elementi qualitativi e metodo “aggregativo – compensatore” per gli elementi di tipo quantitativo
La valutazione delle proposte sarà effettuata entro 4 mesi dalla ricezione delle stesse; ove necessario il Responsabile del Procedimento concorderà per iscritto con i promotori un più lungo programma d’esame e valutazione.

L’Amministrazione Comunale, ai sensi dell’art. 154 del D. Lgs. 163/2006, individuerà, a suo insindacabile giudizio, la proposta da mettere a gara secondo il successivo art. 155.
Le richieste di chiarimenti dovranno essere avanzate esclusivamente a mezzo fax al numero 081.905709 fino a venti (20) giorni antecedenti dalla scadenza del presente avviso; la risposta ai chiarimenti verrà resa pubblica sul sito del Comune di Barano e riscontrata al richiedente nei tempi necessari.

Nella procedura negoziata, di cui all’art. 155 del D.Legs. 163/2006, nella parte in cui è riconosciuto il diritto a favore del Promotore ad essere preferito ai soggetti di cui al medesimo articolo (cd. “diritto di prelazione”), il Promotore potrà adeguare la proposta a quella giudicata dall’amministrazione più conveniente. In questo caso, il promotore risulterà aggiudicatario della concessione.

La presentazione delle proposte non vincola in alcun modo, nemmeno sotto il profilo della responsabilità pre-contrattuale di cui all’art. 1337 c.c., l’Amministrazione alla realizzazione di detto intervento con le modalità di cui all’art. di cui all’art. 153 del D. lgs. 163/2006, riservandosi la possibilità di non riconoscere il “pubblico interesse”, di non dare corso alla successiva fase di aggiudicazione della concessione, ovvero, più generalmente, di non dare corso agli interventi in oggetto per qualsiasi impedimento ovvero per sopravvenute ragioni di pubblico interesse, e ciò senza che i candidati concorrenti possano nulla pretendere a qualsiasi titolo e ragione nei confronti di questa Amministrazione.
Il presente avviso viene pubblicato, ai sensi dell’art.153 comma 3 D. Lgs. 163/2006 per 60 (sessanta) giorni all’albo pretorio del Comune di Barano e sui siti Informatici di cui all’art 66 comma 7 dello stesso.
Barano, 26/04/2007

IL DIRIGENTE DELL'U.T.C.
(Arch. Giuseppe Barbieri)

<< Torna alla sezione "Appalti lavori pubblici"